top of page
GUIDE HACHETTE 2023 1 ETOILE.jpg

Château Le Luc Regula

Bordeaux Supérieur

Le Bois Sacré 2020

« Une note fumée se détache finement du verre dès le premier nez, puis arrivent les fruits noirs. En bouche, le vin se montre consistant, généreux, cossu, parfumé de nuances viandées et goudronnées. Une cuvée aboutie. »

guide hachette cdc 3 étoiles.png

Castello Le Luc Regula

Bordeaux

Il Bosco Sacro 2019

“[Tre vitigni] uniti per il meglio in questa magnifica cuvée dal colore scuro, attraversato da riflessi violacei. Al naso, complesso ed elegante, si esprime intorno alla frutta matura (ribes nero, fragola, ciliegia) esaltata da delicate note speziate. Un attacco morbido introduce un palato ampio, denso, suadente e lungo, sostenuto da tannini estratti con misura e finezza. Irresistibile."

71dcxxin9ul.jpg

Castello Le Luc Regula

Bordeaux superiore  

Il Bosco Sacro 2015

“Questo vino attira lo sguardo con il suo colore profondo e intenso. Al naso mostra una bella complessità: note di tostatura, legno esotico, spezie dolci e frutti rossi. La bocca offre molto volume, opulenza e potenza attorno ai tannini setosi. La cotta è stata messa ai voti."

Castello Le Luc Regula

Bordeaux

Il Bosco Sacro 2016

“L'espressione aromatica è condivisa tra frutti neri e una legnosità tostata e vanigliata. La bocca, morbida e fresca all'attacco, evolve verso la morbidezza, sorretta da tannini decisi che giocano un po' sulle spalle nel finale. »

Degustazione del 02/05/2018 a cura di Pascal Leonetti
“Miglior sommelier di Francia 2006”

Bordeaux Superiore 2015 Château Le Luc Regula

Il colore è rosso rubino con riflessi violacei, di grande intensità. Il disco è lucido, limpido, trasparente.


Il vino presenta una giovinezza radiosa.


Al naso è franco, gradevole, intenso. La gamma di profumi è dominata da una lussuosa legnosità. Annusiamo la vaniglia, la cantinetta dei sigari, oltre a sottili tocchi floreali, la violetta. L'aerazione amplifica questi odori e rivela cedro, sugo, ma anche cacao, frutti rossi sotto spirito, un tocco speziato, pepe nero.


Al naso riflette l'ottima maturazione delle uve, amplificata dalla qualità e dalla maestria dell'invecchiamento. In sintonia con la nobiltà della materia prima, sublima l'espressione del terroir in questa fase di sviluppo. Lavoro eccellente !!!


L'attacco al palato è denso, il supporto alcolico corposo. Evolviamo su un medium con franca vivacità, caratterizzato da perle e un raro tocco salino. Ritroviamo la gamma di aromi del naso, sempre dominata da una nobile legnosità. Si percepiscono vaniglia, cocco, cedro, cantinetta, fiori, violetta, spezie, pepe nero, sugo, ciliegia, frutti rossi sotto spirito, cacao e, sempre implicitamente, questo singolare punto ferruginoso. Il tannino maturo ha un bordo deciso e astringente. Il finale, di buona lunghezza, 8-9 caudalie, segna una fine vivacità e una persistente astringenza.


La struttura presenta un equilibrio carnoso, voluminoso, senza perdere eleganza e freschezza. Si basa su una gamma di aromi complessi e un tannino nobile e gustoso.


Consiglio di servire questo vino ad una temperatura di 15°C, senza aerazione, direttamente in camera  la bottiglia, per esprimere e ottimizzare tutta la sua dimensione e complessità.


Da gustare ora e da oltre un decennio, mi piace associarlo, a tavola, ad una cucina  gustoso. Un cosciotto di agnello ripieno di funghi, con patate novelle  timo, una pluma di maiale iberica con ciliegie e aceto di sherry o un filetto di manzo con Wellington e tartufo nero.

Pascal LEONETTI "Miglior Sommelier di Francia 2006".

12898378_753457798087285_728982119546853

Contatto

E-mail: ddestouches@vpcf.fr

Telefono: 06.85.22.36.58

Valérie & Dominique DESTOUCHES, Artigiani-Vigneron

bottom of page